Sempre si vince

"Sempre si vince", ripetono ossessivamente i cartelli e le scritte al neon per attirare i visitatori alla sfida, al gioco, alla prova.
I colori sono quelli sgargianti delle favole, così come la promessa del lieto fine.
Ma al crepuscolo davanti alle giostre, alle attrazioni o nei chioschi, non ci sono visitatori, ne altre presenze se non quelle dei giostrai. 
Lontani dalle luci della ribalta , nella scena emerge un velo di malinconia, che è anche stanchezza, solitudine, noia.
Sembrano essere loro i primi ad allontanarci dal mondo perfetto.
Insinuando il dubbio che quella certezza "Sempre si vince" non sia altro che semplice propaganda. 
E la favola come per incanto diventa realtà. Una realtà dove la complessità rimane, la felicità non è scontata, le promesse non sempre vengono mantenute e soprattutto, dove si fa ancora fatica per conquistare il proprio posto nel mondo.

loading